rafforzato per l'inverno
Immunoterapia controle infezioni ricorrentialle vie respiratorie.
 
 

Cosa sono le infezioni delle vie respiratorie?

Il raffreddore è un semplice malanno di stagione che passa in pochi giorni, si diceva un tempo. Oggi molti vivono i loro episodi di raffreddore in modo del tutto diverso e, non appena vengono riaccesi i riscaldamenti, accusano già i primi segni di raucedine. E questo è il segnale d’avvio di ripetuti episodi di raffreddore che durano per tutta la stagione fredda e sfociano talvolta in una cosiddetta sovra infezione batterica. Il motivo di questa spirale è da attribuire spesso alle difese indebolite.

Dalla raucedine alla bronchite

La spirale del raffreddore: dalla raucedine alla bronchite
Un normale raffreddore non è di per sé niente di grave e il nostro organismo è perfettamente in grado di sconfiggerlo da solo. Se il sistema immunitario è all’altezza della situazione, i virus e batteri che penetrano nell’organismo vengono spesso resi inoffensivi prima ancora che si manifesti una malattia acuta. Ma per quale motivo certe persone se la cavano con un leggero raffreddore durante la stagione mentre ad altre basta salire su un aereo per dover poi stare a letto per giorni? E cosa si può fare per interrompere questa spirale?

L’asilo come luogo di contagio In fondo è una situazione perfetta: al nido e all’asilo il vostro bambino conosce altri coetanei con cui giocare, impara a conoscere nuove parole e … una quantità di agenti patogeni. Anche questo è comunque un fatto positivo, considerato che il sistema immunitario del bambino deve ancora svilupparsi. «Ma deve essere proprio così doloroso e faticoso?», vi chiederete forse qualche volta dopo aver passato una notte insonne accanto al lettino del vostro piccolo. Se il vostro bambino tossisce per tutta la notte, soffre di un’otite dopo l’altra e come genitore non riuscite ad averla vinta di fronte al nasino chiuso o che cola, le sue difese potrebbero avere bisogno di un aiuto.

Mutter Kind Nastuch
Erwachsene Nastuch

Le infezioni delle vie respiratorie scendono in profondità

Dal naso ai polmoni: le infezioni delle vie respiratorie scendono in profondità
Gli adulti contraggono circa una o due volte all’anno una malattia da raffreddamento, ossia raffreddore, che non ha niente a che vedere con l'influnza vera e propria. Se siete raffreddati più di tre volte durante la stagione fredda, ciò può essere il segno che le vostre difese sono indebolite.

Se l’infezione scende più in profondità
Una volta che gli agenti patogeni sono penetrati nell’organismo e si trovano di fronte un sistema immunitario indebolito, spesso l’infezione non si limita ad un semplice raffreddore. Possono aggiungersi altre infezioni e scendere dal naso e dalla gola fin giù nei polmoni. Tanto più l’infezione scende nelle vie respiratorie inferiori, tanto più risulterà grave. Un trattamento medico è assolutamente indispensabile non appena sono colpiti i bronchi o addirittura i polmoni. Ma anche una sinusite o una rinosinusite può avere un decorso grave e deve essere allora curata da un medico.

I bambini più soggetti a tosse e raffreddore Nei bambini il sistema immunitario non è ancora pienamente sviluppato e per questo essi si ammalano molto più spesso degli adulti. Tra il secondo e il nono anno di vita i bambini possono contrarre all’anno in media da sei a dieci infezioni delle vie respiratorie. Se queste infezioni si presentano in modo ripetuto, si parla di infezioni delle vie respiratorie recidivanti, ossia ricorrenti. Nei bambini tali infezioni sono definite recidivanti se si presentano più di tre volte nell’arco di sei mesi.

Nastuch Büro
Mutter Tochter Nastuch

Quali sono le infezioni delle vie respiratorie?

Le principali malattie delle vie respiratorie sono le seguenti:

Infezioni delle vie respiratorie superiori

  • raffreddore
  • sinusite
  • tonsillite
  • laringite
  • otite media
  • croup


Infezioni delle vie respiratorie inferiori

  • bronchite
  • bronchiolite
  • polmonite

 

Atemwege
 

Virus e batteri

L’esercito degli agenti patogeni: virus e batteri
Mentre l’influenza è sempre causata da virus, il raffreddore lo è nella maggior parte dei casi. Esistono oltre 200 diversi virus del raffreddore che si modificano leggermente in maniera costante. I virus dell’influenza sono più facili da classificare: vengono suddivisi in tre gruppi in base alla gravità dell'infezione provocata. Ogni anno ci sono circa da tre a sei diversi virus dell’influenza che si presentano anch’essi ogni volta sotto una nuova forma. I virus del raffreddore e dell’influenza sono virus di tipo differente. Un virus del raffreddore non causa un’influenza e viceversa. Un raffreddore dal canto suo non può trasformarsi in influenza. Se il sistema immunitario è occupato a combattere i virus del raffreddore, esso è già indebolito e ha più difficoltà a respingere i virus dell’influenza. Durante un raffreddore è quindi più facile contrarre anche un virus influenzale e, d'altrocanto, una volta che si è colpiti dall'influenza si diventa facile preda del raffreddore.

Circondati, ma non indifesi
Non esiste quasi alcuna possibilità di sfuggire ai virus e ai batteri perché ne siamo circondati ovunque. Vengono diffusi in minuscole goccioline tramite la tosse o gli starnuti oppure tramite il contatto fisico diretto, ad esempio con le strette di mano o toccando oggetti infetti. Un modo che può aiutare a proteggersi da un contagio consiste nel lavarsi spesso le mani ed evitare il contatto con persone che hanno il raffreddore. Nella vita di tutti i giorni è però quasi impossibile attenersi sempre a questa regola. Ad essere meglio attrezzate contro i contagi sono le persone con un forte sistema immunitario capace di respingere gli attacchi degli agenti patogeni.

Bus
Kinder Schule

Quali sono le differenze tra l'influenza e il raffreddore?

Sintomi Raffreddore Influenza vera e propria
Inizio della malattia Lento peggioramento Rapido, improvviso peggioramento
Cefalea Da vaga a leggera Forte fino a insistente
Raffreddore Frequenti starnuti, naso che cola o tappato Talvolta si manifesta
Febbre Per lo più limitata Spesso fino a 41°C, accompagnata da brividi di freddo, accessi di sudore; nel caso di infezioni da A/H1N1(2009) ad almeno il 20% dei pazienti non è stata diagnosticata febbre
Dolori articolari Limitati Forti dolori articolari e muscolari
Tosse Limitati attacchi di tosse Tosse secca, dolorosa , per lo più senza catarro
Mal di gola Spesso gola che “pizzica”, raucedine Forte, con dolore quando si deglutisce
Stanchezza Abbattimento Pesante, possibile anche fino a tre settimane dopo, inappetenza, senso di debolezza, disturbi circolatori
Durata della malattia Di norma alcuni giorni Di norma 7-14 giorni, spesso senza segni di miglioramento iniziale

Quelle: www.wikipedia.org